Pneumatici stagionali

Acquisto di pneumatici invernali

in alcuni paesi europei sussiste l'obbligo di montare un treno di pneumatici invernali nei mesi più freddi.

Anche in zone non interessate da queste normative l'utilizzo di pneumatici progettati per climi freddi può offrire prestazioni vantaggiose e aumentare la trazione e il controllo su ghiaccio e neve.

Guida più sicura a basse temperature: quando la colonnina di mercurio scende sotto ai 7 °C le prestazioni di uno pneumatico invernale migliorano. Gli pneumatici invernali Sava, composti da una speciale mescola contenente alti livelli di silice, offrono in inverno una trazione, una frenata e un controllo superiori rispetto agli pneumatici estivi o a quelli per tutte le stagioni.

Buona aderenza su ghiaccio e neve: i battistrada, dotati di ampi blocchi e intagli aggiuntivi, chiamati 'lamelle', potenziano la trazione sulle strade fredde e ghiacciate e disperdono più rapidamente la neve. Alcuni pneumatici invernali sono persino chiodati per assicurare un'aderenza sicura nelle peggiori condizioni atmosferiche invernali.

Osservare la legge

In alcuni paesi europei è obbligatorio montare gli pneumatici invernali a partire da una determinata data. Potrebbero sussistere altre restrizioni per gli pneumatici chiodati, il cui uso potrebbe non essere consentito in alcune zone o in primavera. Controllare le disposizioni di legge vigenti nel proprio paese prima dell'acquisto.

Esegui la ricerca

Ai sensi della normativa europea, tutti gli pneumatici devono riportare informazioni sulle proprie caratteristiche di prestazione in base a determinati criteri, tra i quali però non rientra la prestazione durante la stagione invernale. Le migliori fonti di informazioni sulla prestazione dei vari modelli di pneumatici in inverno sono i rivenditori locali o i test effettuati da enti e organizzazioni indipendenti.

Acquistare un treno completo di pneumatici

Non cedere alla tentazione di montare contemporaneamente sia pneumatici invernali che estivi in quanto ciò inciderà negativamente sulla maneggevolezza, in particolare in presenza di pneumatici con caratteristiche e disegni del battistrada diversi. L'uso contemporaneo di pneumatici invernali ed estivi può rendere la guida più pericolosa su strade sdrucciolevoli a causa delle diverse caratteristiche di aderenza.

Conservare in maniera corretta quando non vengono utilizzati

Gli pneumatici invernali vanno conservati in apposite sacche durante i mesi estivi e sempre posizionati sul fianco piuttosto che con il battistrada rivolto verso il basso. Prestando la dovuta attenzione, è possibile estendere la durata degli pneumatici invernali. I rivenditori possono fornire informazioni sulle varie opzioni di stoccaggio qualora non si disponga dello spazio necessario a casa o al lavoro.

Ispezionare regolarmente gli pneumatici

Controllare gli pneumatici invernali a intervalli regolari per accertarsi che la pressione sia corretta e la profondità del battistrada appropriata. Laddove sussiste l'obbligo di pneumatici invernali, è prescritta una profondità minima del battistrada. Sava consiglia per gli pneumatici invernali una profondità minima del battistrada di 4 mm (per gli pneumatici estivi la profondità minima consentita per legge in UE è 1,6 mm).

La velocità non deve mai avere la meglio sulla sicurezza

Gli pneumatici progettati per i climi invernali possono presentare un codice di velocità inferiore rispetto agli pneumatici estivi. È opportuno non superare mai il codice di velocità consigliato dalla casa automobilistica per gli pneumatici invernali.