Nozioni di base sugli pneumatici

Le fasi di produzione degli pneumatici

I componenti dello pneumatico vengono assemblati in una macchina speciale in cui viene prodotto lo pneumatico crudo

Mescola in gomma

La mescola in gomma di uno pneumatico può contenere fino a 30 diversi ingredienti, le cui varie percentuali hanno un impatto sulle caratteristiche di prestazione dello pneumatico stesso. Durante il processo di miscelazione, gomme, filler e altri ingredienti essenziali vengono miscelati per creare una mescola nera appiccicosa pronta per la macinatura.

I componenti dello pneumatico vengono assemblati in una macchina speciale in cui viene prodotto lo pneumatico crudo

Macinatura

La mescola in gomma raffreddata viene tagliata a strisce in un laminatoio speciale. Queste strisce formano la struttura di base dello pneumatico. Anche altri componenti dello pneumatico vengono preparati durante il processo di macinatura e alcuni vengono rivestiti con un tipo diverso di gomma.

I componenti dello pneumatico vengono assemblati in una macchina speciale in cui viene prodotto lo pneumatico crudo

Larghezza dello pneumatico

La costruzione dello pneumatico avviene a partire dall'interno e i vari componenti (elementi tessili, talloni, cinture in acciaio, tele, battistrada e altre parti) vengono inseriti in un'apposita macchina di assemblaggio per essere collocati nei punti giusti. Il risultato finale, il cosiddetto pneumatico crudo, è di aspetto simile al prodotto finale.

I componenti dello pneumatico vengono assemblati in una macchina speciale in cui viene prodotto lo pneumatico crudo

Vulcanizzazione

Lo pneumatico crudo viene vulcanizzato in un'apposita macchina. Questa macchina utilizza stampi incandescenti per comprimere tutti i componenti dello pneumatico. La forma definitiva dello pneumatico viene conferita durante la fase di vulcanizzazione, compreso il disegno del battistrada e le marcature sui fianchi.

I componenti dello pneumatico vengono assemblati in una macchina speciale in cui viene prodotto lo pneumatico crudo

Controllo

Tutti gli pneumatici Sava vengono accuratamente ispezionati prima della consegna ai rivenditori. Il processo di ispezione comporta controlli visivi da parte di esperti qualificati e test meccanici in grado di rilevare anche il minimo difetto o potenziale debolezza. Un campione di pneumatici viene sottoposto a controlli a raggi X che rilevano i minimi problemi interni. Altri pneumatici vengono selezionati a caso da ciascun lotto e gli addetti al controllo di qualità provvedono a tagliarli e aprirli per verificare che la struttura sia conforme ai nostri elevati standard di qualità.

Componenti dello pneumatico

Tela: lo 'scheletro' interno dello pneumatico è costituito da strati di fibre, denominate tele, composte da trame di fili tessili rivestite in gomma. La struttura della tela conferisce flessibilità agli pneumatici impedendone tuttavia l'allungamento. A rinforzare lo pneumatico è principalmente uno strato robusto di tela, denominata 'tela della carcassa', che si trova vicino al rivestimento interno dello pneumatico.

Talloni: i talloni assicurano la tenuta in pressione ancorando ermeticamente il pneumatico al cerchio della ruota. Sono realizzati in acciaio intrecciato ad alta resistenza e vengono rivestiti in gomma.

Cintura: cinture in acciaio, costituite da strati intrecciati di fili d'acciaio rivestiti in gomma, che rinforzano lo pneumatico conferendogli rigidità. Alcuni pneumatici presentano cinture rinforzate con cavo in kevlar che ne prolungano la durata migliorando la resistenza ai danni.

Fianco: la parte di pneumatico tra il tallone e il battistrada. Il fianco dello pneumatico, realizzato in gomma spessa, ottimizza la stabilità laterale dello pneumatico. Su ogni fianco sono impresse le informazioni principali sullo pneumatico, tra cui il dimensionamento, le caratteristiche prestazionali e la pressione di gonfiaggio consigliata.

Spalla: il bordo smussato tra il battistrada e il fianco è la spalla dello pneumatico. Il disegno della spalla è un fattore importante per le prestazioni in curva dello pneumatico.

Battistrada: ampia area di gomma morbida dello pneumatico che entra in contatto con la superficie stradale e garantisce aderenza e ammortizzazione. Il disegno del battistrada e la mescola in gomma utilizzata per produrlo sono due tra i fattori cruciali che determinano il comportamento dello pneumatico.

Scanalature e intagli: le profonde scanalature tra i blocchi del battistrada svolgono un ruolo primario nella dispersione di acqua, fango e neve. I piccoli intagli, nei blocchi del battistrada offrono ulteriore aderenza. Il disegno delle scanalature e degli intagli è di particolare importanza negli pneumatici progettati per le condizioni stradali più critiche, ad esempio gli pneumatici invernali.

Costolatura: la costolatura è la linea continua lungo la parte centrale dello pneumatico. La sua funzione è apportare un rinforzo aggiuntivo allo pneumatico.